Se desiderate ammirare le bellezze del nostro territorio, senza fretta e in grande libertà, perché non pensate ad un’uscita in barca a vela? Veleggiare sul lago offre la possibilità di vivere panorami mozzafiato e borghi pittoreschi da un punto di vista diverso e privilegiato. Se volete vivere il lago dal lago, allora provate una delle nostre proposte, tra angoli nascosti altrimenti irraggiungibili e suggestivi tramonti! Disponiamo di imbarcazioni Polaris 33 con skipper (ogni imbarcazione può ospitare al massimo 7 persone con possibilità di navigazione in flottiglia con più Polaris 33); in assoluto relax, tutti possono salire a bordo con noi, esperti e non, la voglia di stare insieme e divertirsi è tutto ciò che serve! O se preferite, potete unirvi alla nostra flottiglia con la vostra imbarcazione. Queste sono le nostre proposte, ma ogni formula è personalizzabile a seconda dei vostri desideri!


SANTA CATERINA E GOLFO BORROMEO
Questo itinerario permette da subito di apprezzare le numerose ville storiche di Belgirate, per poi dirigersi verso l’affascinante Eremo di Santa Caterina, a strapiombo sul lago, da dove è possibile ammirarlo in tutta la sua bellezza; secondo la tradizione deve le sue origini ad un mercante che, scampato ad un naufragio nel XII secolo, fece voto a Santa Caterina di ritirarsi in preghiera in questo tratto di costa.

Per ultimo il Golfo Borromeo con l'Isola Bella, dove si trova uno dei più significativi esempi di giardino barocco all'italiana, l'Isola dei Pescatori, con le sue viuzze caratteristiche e i ristoranti tipici e poi l'Isola Madre, con l'antica residenza dei Borromeo e i suoi meravigliosi giardini.

Partenza alle ore 10 e rientro alle ore 14 oppure partenza alle ore 17 e rientro alle ore 21 circa.

ABBIGLIAMENTO: indispensabile avere con sè una tenuta sportiva adatta alle condizioni meteorologiche (scarpe da ginnastica, felpa, K-way). Acqua sempre disponibile in cambusa.


ROCCHE DI ARONA E ANGERA
Dal bellissimo borgo lacustre di Belgirate, ci si dirige verso Arona, centro turistico dominato dal Sancarlone, colosso alto circa 35 metri raffigurante San Carlo Borromeo, e la sua dirimpettaia Angera. Simboli delle cittadine sono le due Rocche Borromee, attrattiva storica e artistica di questa parte del Lago Maggiore.
La Rocca di Arona è passata sotto diverse proprietà, finchè nel 1970 i Borromeo l'hanno ceduta in comodato d'uso al Comune per farne un parco pubblico. Tra i resti della fortezza, si può ancora vedere la stanza di San Carlo, che nacque proprio qui a metà del 1500, le antiche mura ed i ruderi di alcune costruzioni.
Attraversato il lago, passando dalla sponda piemontese a quella lombarda, si arriva ad Angera, dove si può ammirare l'altra Rocca, prima proprietà dei Visconti e poi dei Borromeo. Al momento al suo interno si possono visitare le Sale Storiche, la Sala della Maioliche, il Museo della bambola e del giocattolo e il Giardino Medievale. Partenza alle ore 10 e rientro alle ore 14 oppure partenza alle ore 17 e rientro alle ore 21 circa.

ABBIGLIAMENTO: indispensabile avere con sè una tenuta sportiva adatta alle condizioni meteorologiche (scarpe da ginnastica, felpa, K-way). Acqua sempre disponibile in cambusa.


PRANZO ALL'ISOLA PESCATORI CON RIENTRO IN BATTELLO
Navigazione in vela verso il Golfo Borromeo, pranzo all’Isola dei Pescatori in uno dei tanti locali tipici con terrazza panoramica e nel pomeriggio rientro a Belgirate con i caratteristici battelli della Navigazione Lago Maggiore (con possibilità di visitare anche l’Isola Bella e l’Isola Madre, coi bellissimi palazzi e giardini).

Partenza alle ore 9:30 e arrivo all'Isola Pescatori per il pranzo alle ore 12:30 circa.

ABBIGLIAMENTO: indispensabile avere con sè una tenuta sportiva adatta alle condizioni meteorologiche (scarpe da ginnastica, felpa, K-way). Acqua sempre disponibile in cambusa.


CENA ALL'ISOLA PESCATORI
Partenza dalla Marina di Belgirate navigando verso Santa Caterina e il Golfo Borromeo, dove si possono ammirare le bellissime Isole: l'Isola Madre, con l'antica residenza dei Borromeo e le sue piante rare, l'Isola Bella, dove si trova uno dei più significativi esempi di giardino barocco all'italiana e poi l'Isola Pescatori, la più caratteristica, meta della nostra escursione.

Partenza alle ore 15 e rientro alle ore 24 circa.

ABBIGLIAMENTO: indispensabile avere con sè una tenuta sportiva adatta alle condizioni meteorologiche (scarpe da ginnastica, felpa, K-way). Acqua sempre disponibile in cambusa.


LAVENO MOMBELLO CON SALITA AL MONTE SASSO DEL FERRO
Meta di questa escursione è Laveno, uno fra i più suggestivi e pittoreschi centri turistici della sponda lombarda del Lago Maggiore; nel medioevo era un borgo di pescatori, mentre dall'ottocentoin poi divenne un importante centro per la produzione delle ceramiche, poi diventate famose in tutta Europa. Si trova in un'ampia insenatura naturale, ed è uno dei maggiori scali del lago sia grazie al suo animato porto turistico, che ai frequenti collegamenti con la città di Verbania che si trova proprio di fronte. Da qui, con un impianto di comode telecabine biposto, si sale dolcemente al Monte Sasso del Ferro, alto 1100m, dalla cui cima si può godere di un panorama che va dal lago alle montagne.

Partenza alle ore 9:30 e rientro alle ore 17:30 circa.

ABBIGLIAMENTO: indispensabile avere con sè una tenuta sportiva adatta alle condizioni meteorologiche (scarpe da ginnastica, felpa, K-way). Acqua sempre disponibile in cambusa.


GOLFO BORROMEO E FERIOLO Questa uscita porterà i partecipanti alla scoperta del Golfo Borromeo, con le sue splendide Isole, e del borgo di Feriolo, entrambi sulla riva piemontese del lago Maggiore.
L’area del Golfo Borromeo si estende in un'insenatura naturale compresa tra Stresa, perla del lago Maggiore, e Verbania; oltre ai paesi di Stresa e Baveno, caratterizzati dal lusso delle ville storiche e dai numerosi alberghi, e alla città di Verbania, con le splendide Intra, Pallanza e Suna, in questa zona si trovano quelle che certamente possiamo definire l'attrazione più famosa del lago: le Isole Borromee.
Passando l'abitato di Baveno, arriveremo a Feriolo, piccolo borgo caratterizzato dal pittoresco lungolago, dalle case colorate coi rustici balconcini fioriti e dalle numerose barche ormeggiate al porto. Due curiosità: sulla facciata della chiesa di San Carlo è segnato il livello raggiunto dal lago nel 1868, quando si alzò di circa sette metri rispetto al livello normale; e poi, il paesino sommerso, ricordo di una frana che nell'ottocento, durante la costruzione del porticciolo, travolse una parte del paese di cui in profondità è ancora possibile vedere i resti.

ABBIGLIAMENTO: indispensabile avere con sè una tenuta sportiva adatta alle condizioni meteorologiche (scarpe da ginnastica, felpa, K-way). Acqua sempre disponibile in cambusa.


FORNACI DI CALDE'
L'escursione permette di ammirare dal lago i resti delle Fornaci di Caldè, un tempo utilizzate per la lavorazione della calce e costruite proprio sulla riva per permettere di trasportare agevolmente i materiali fino a Milano e Pavia attraverso il lago e il Ticino.

Caldè è una piccola frazione del paese di Castelveccana sulla sponda varesina del lago Maggiore, tra Laveno e Porto Valtravaglia. Di notevole interesse è la zona delle fornaci, che occupa un tratto di costa molto importante dal punto di vista ambientale; q ueste fornaci, andate in disuso dopo la seconda guerra mondiale, erano utilizzate per la lavorazione e la cottura della calce bianca e la loro posizione favoriva il trasporto dei materiali lungo il lago. In questa zona si trovano anche numerose spiaggette, piacevolmente inserite in quello che viene definito il Parco delle Fornaci.

Partenza alle ore 9:30 e rientro alle ore 17:30 circa.

ABBIGLIAMENTO: indispensabile avere con sè una tenuta sportiva adatta alle condizioni meteorologiche (scarpe da ginnastica, felpa, K-way). Acqua sempre disponibile in cambusa.


SANTA CATERINA E FORNACI DI ISPRA
Itinerario alla scoperta dell'Eremo di Santa Caterina del Sasso e delle Fornaci di Ispra.

Santa Caterina, un luogo ricco di fascino, è un monastero a strapiombo sulla sponda lombarda del lago Maggiore. Secondo la tradizione deve le sue origini ad un mercante che, scampato ad un naufragio nel XII secolo, fece voto a Santa Caterina di ritirarsi in preghiera in questo tratto di costa. In aggiunta alla prima cappella venne poi costruito il monastero nel XIV secolo, prima retto dai Domenicani, poi dai Carmelitani e attualmente dai Benedettini.

Ci si dirige poi verso le Fornaci di Ispra, testimonianza dell'antichissima lavorazione della calce in questo paese dove dalla metà dell'ottocento si creò una grande concentrazione di impianti che diede vita ad una produzione molto significativa e moderna per l'epoca. I forni si trovavano proprio sulle rive del lago per favorire il trasporto dei materiali fino a Milano attraverso il Ticino. L'ultima fornace venne chiusa negli anni 60; ad oggi alcune sono crollate, mentre altre sono state trasformate in residenze private. Solo cinque sono ancora visibili, come ben visibili sono i segni dell'estrazione nella roccia.

ABBIGLIAMENTO: indispensabile avere con sè una tenuta sportiva adatta alle condizioni meteorologiche (scarpe da ginnastica, felpa, K-way). Acqua sempre disponibile in cambusa.


CANNERO RIVIERA
Escursione alla scoperta dell'alto Verbano ed in particolare del bellissimo paesino di Cannero Riviera!
Cannero Riviera sorge tra il lago e le montagne; deve il suo nome al microclima che lo caratterizza: la posizione in cui si trova, all'interno di un'insenatura, permette di avere stagioni simili a quelle del mare, temperate d'estate e miti d'inverno; questo favorisce non solo la crescita di una vegetazione tipicamente lacustre (azalee, rododendri, camelie) ma anche di piante grasse, ulivi e dei rinomati agrumi che ogni anno in marzo vengo festeggiati con una sagra. Oltre al lungolago e al piccolo centro storico, Cannero possiede anche una rete di sentieri che collegano la zona del lago, caratterizzata da ville e giardini, con i villaggi della montagna.
Di fronte al paese si possono ammirare i Castelli di Cannero, due isolotti su cui sono presenti i ruderi della Rocca Vitaliana che venne costruita dai Borromeo a difesa dell'alto lago dalle invasioni svizzere.

Partenza alle ore 9:30 e rientro alle ore 17:30 circa.

ABBIGLIAMENTO: indispensabile avere con sè una tenuta sportiva adatta alle condizioni meteorologiche (scarpe da ginnastica, felpa, K-way). Acqua sempre disponibile in cambusa.


WEEKEND AD ASCONA
Una giornata di vela e jazz sul Verbano! Arrivare in barca ad Ascona, in Svizzera, è veramente un'esperienza unica. Vivere nella natura e prepararsi al jazz ascoltando la musica nel vento è davvero piacevole. Partendo la mattina, passeremo i punti strategici del Dente del Gigante e dei Castelli di Cannero. Poi ci immetteremo nel canalone di Cannobio, dove nel pomeriggio un audace vento dal Monte Ceneri accompagna normalmente i naviganti. Doppieremo le Isole di Brissago e finalmente ci apparirà Ascona, una cittadina baciata dal sole, da sempre luogo di cultura e arte. Ci attende a quel punto una serata da brivido piena di musica jazz dal vivo!

ABBIGLIAMENTO: indispensabile avere con sè una tenuta sportiva adatta alle condizioni meteorologiche (scarpe da ginnastica, felpa, cerata o K-way, ricambio completo e sacco a pelo). Acqua sempre disponibile in cambusa.

Share

Yacht Club

La storia di questa Società ultra centenaria che dalla sua fondazione è sempre rimasta sulle spiagge di Belgirate...

Regala una giornata speciale

Un'idea originale per chi vuole uscire dalla routine dei soliti regali, per chi ama la natura, il lago, l'aria, la libertà...

Seguici